Regolamento

Il presente regolamento, approvato dal Consiglio Direttivo in data 23/02/2014, integra quanto già definito dallo Statuto e dal Codice Etico redatto e approvato all’atto della fondazione dell’APIT.

Ogni socio APIT è tenuto alla conoscenza ed al rispetto delle norme e delle indicazioni in esso contenute.

Art. 1 CARICHE

1.1           Sono eleggibili a membri del consiglio direttivo tutti i soci ordinari ed i soci affiliati che abbiano maturato almeno due anni consecutivi di presenza nell’associazione, come regolare iscrizione.

1.2            Sono eleggibili per la carica di Presidente tutti i soci ordinari facenti parte dell’ultimo consiglio direttivo in carica.
La candidatura a Presidente segue quanto stabilito all’Art. 8 dello Statuto, in materia di continuità del mandato.
Congruentemente a quanto stabilito dal suddetto articolo la carica di presidente non può essere ricoperta per più di due mandati consecutivi.

1.3           Ad ogni insediamento del nuovo consiglio direttivo il Presidente eletto, come da Statuto, assegna le cariche di Vice Presidente, Segretario e Tesoriere tra i consiglieri eletti dall’Assemblea dei Soci.

1.4           Le candidature alla carica di Presidente, nel rispetto di quanto stabilito dall’Art. 1.2 del presente Regolamento, dovranno pervenire in forma scritta alla segreteria  entro e non oltre i sessanta giorni precedenti l’Assemblea Generale dei soci il cui ordine del giorno preveda l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo e del nuovo Presidente.
Unitamente alla candidatura il candidato dovrà inviare un programma, redatto per punti, che illustri il progetto di presidenza per il quinquennio a venire.

1.5           Le candidature alla carica di Consigliere del Consiglio Direttivo dovranno pervenire, in forma scritta in forma scritta alla segreteria entro e non oltre i sessanta giorni precedenti l’Assemblea Generale dei soci il cui ordine del giorno preveda l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo e del nuovo Presidente.

1.6           Le candidature saranno comunicate a tutti i soci aventi diritto al voto entro e non oltre i trenta giorni precedenti l’Assemblea Generale dei soci il cui ordine del giorno preveda l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo e del nuovo Presidente.

1.7           Esercitano il diritto di voto per il rinnovo del Consiglio Direttivo e per l’elezione del Presidente i Soci Ordinari, i Soci Affiliati ed i Soci Fondatori. Non prendono parte alla votazione delle cariche i Soci Sostenitori ed i Soci Onorari

1.8           Il presidente viene eletto a maggioranza semplice dai soci aventi diritto, come all’Art. 1.7.
Contestualmente all’elezione dichiara, in conformità a quanto stabilito all’Art. 8 dello Statuto, il numero di membri che comporrà il nuovo Consiglio Direttivo.

1.9           Ogni socio avente diritto al voto, secondo quanto stabilito all’Art. 1.7, potrà votare sino ad un massimo di nove candidati tra i presenti nella lista comunicata dalla Segreteria.
La formazione del Consiglio Direttivo, come previsto all’Art, 1.8, avverrà seguendo la graduatoria degli eletti che hanno ottenuto il maggior numero di voti.
Il Consiglio Direttivo sarà formato dai candidati che avranno ottenuto il maggior numero di voti.
In caso di rifiuto della carica da parte di uno o più eletti accederanno al Consiglio Direttivo  gli eletti successivi in graduatoria.

1.10         Collegio dei Probi Viri

Secondo quanto stabilito all’Art. 16 dello Statuto il Collegio dei Probi Viri è composto di tre membri di cui uno interno all’APIT, con funzione di Presidente ed un suo supplente, e due esterni.
La carica è incompatibile con ogni altra carica all’interno dell’Associazione.

Il collegio dei Probi Viri viene proposto dal Consiglio Direttivo e nominato dall’Assemblea.
Ogni Consiglio Direttivo può, all’inizio di ogni mandato, riconfermare i membri del Collegio dei Probi Viri e/o sostituirli in caso di incompatibilità o incongruenza della carica.

 

Art. 2 QUOTA ASSOCIATIVA ED ACCREDITAMENTO SCUOLE

2.1           Le scuole di formazione in Teatroterapia che richiedono l’accreditamento APIT possono farne richiesta alla Commissione Didattica presentando i programmi, i curriculum dei docenti, la documentazione di ricerca e sperimentazione in Teatroterapia e la struttura organizzativa delle supervisioni e del tirocinio allievi.

2.2           La procedura di accreditamento APIT per le scuole di Teatroterapia viene definita e seguita dalla Commissione Didattica.
Le scuole che, in base ai parametri formativi nazionali ed internazionali, saranno conformi potranno iscriversi all’APIT versando la quota annuale scuole pari a duecento euro.

*2.2.1     Norma Speciale
La quota associativa per l’anno 2014 è pari a cento euro.

2.3           Tutti gli allievi delle scuole accreditate potranno iscriversi all’APIT in qualità di soci sostenitori versando la quota annuale pari a cento euro.

*2.3.1     Norma Speciale
La quota associativa per l’anno 2014 è pari ad ottanta euro.

Art. 3 QUOTA ASSOCIATIVA ED ACCREDITAMENTO PROFESSIONISTI

3.1           I professionisti che hanno concluso l’iter formativo presso una scuola accreditata APIT possono iscriversi al registro professionale e quindi all’associazione come Soci Ordinari versando la quota annua pari a cento euro.

*3.1.1     Norma Speciale
La quota associativa per l’anno 2014 è pari ad ottanta euro.

3.2           I professionisti che possono esibire un curriculum formativo ampio e coerente con l’attività professionale di Teatroterapeuta, e che abbiano integrato con specifiche attività didattiche le abilità e le competenze richieste dagli standard stabiliti dall’APIT, potranno accedere al registro a seguito di un esame di ammissione al registro stesso

3.3          La commissione didattica APIT valuterà le richieste dei professionisti di cui all’Art. 3.2 ed organizzerà ogni anno il calendario degli esami.

3.4           L’iscrizione all’APIT ed al registro sarà formalmente conclusa al pagamento della quota associativa pari a 100euro

*3.4.1     Norma Speciale
La quota associativa per l’anno 2014 è pari ad ottanta euro.

 

Art. 4 LE COMMISSIONI

Conformemente a quanto stabilito dallo statuto le Commissioni di cui l’APIT si dota per sviluppare al meglio tutte le sue attività sono la Commissione Etica, la Commissione Didattica e la Commissione Pubbliche Relazioni.

4.1           La Commissione Etica, di cui all’Art. 25 del Codice Etico, è nominata dal Consiglio Direttivo all’atto dell’insediamento.
Possono far parte della Commissione Etica esclusivamente i Soci Ordinari.

4.2           La Commissione Didattica, di cui all’Art. 3.3 del presente Regolamento, è nominata dal Consiglio Direttivo all’atto dell’insediamento. Possono far parte della commissione didattica esclusivamente i Soci Ordinari ed Affiliati con comprovata esperienza in ambito formativo (docenti, supervisori, direttori scientifici e direttori didattici).

4.3           La Commissione Pubbliche Relazioni è nominata dal Consiglio Direttivo all’atto dell’insediamento.
Possono far parte della Commissione Pubbliche  Relazioni tutti i soci ordinari.

4.4           Tutte le commissioni devono essere presiedute da un membro del Consiglio Direttivo e devono riferire al Consiglio stesso l’esito e l’andamento dei lavori di loro competenza con scadenza almeno semestrale.

 

Milano, 23/02/2014

 

pdf_scarica
Download – Regolamento APIT

 

Condividi: